Franco Napoli

Italia


Franco Napoli Pianista, compositore e pittore inizia la sua attività di musicista collaborando con attori, lettori poeti ed artisti in qualità di pianista e compositore in serate di poesia, lettura, cene letterarie e performance di vario genere. Compone musiche per teatro e video; realizza inoltre laboratori nelle scuole animando musicalmente favole e racconti.... [Continua a leggere]

Atelier di Franco Napoli


Informazioni su Franco Napoli


Franco Napoli Pianista, compositore e pittore inizia la sua attività di musicista collaborando con attori, lettori poeti ed artisti in qualità di pianista e compositore in serate di poesia, lettura, cene letterarie e performance di vario genere. Compone musiche per teatro e video; realizza inoltre laboratori nelle scuole animando musicalmente favole e racconti.
Dal 2007 al 2010 ha collaborato con l’ Associazione Culturale milanese Le Griots come autore ed esecutore delle musiche per la Rappresentazione Teatrale “… e ancora danzo la vita “ suonando in diversi teatri italiani ed esteri.
Da novembre 2009 collabora con i Cantori di Cremona diretti dal M° Fulvio Rampi realizzando la parte elettronica.          Dal 2011 collabora con la cantante e compositrice Cecilia Luce sia in veste di pianista accompagnatore sia come tastierista per la realizzazione di performance multimediali.
Si esibisce anche in Concerti di solo Pianoforte e Tastiera elettronica eseguendo brani originali abbinati ad opere visuali.
Dal 2002 al 2007 ha collaborato con l’ Associazione Culturale della provincia di Lecco “ Gli Abitanti di Torreluna “ organizzando, promuovendo e partecipando – sia in veste di musicista che di pittore – ad attività culturali di vario genere: serate musicali, di poesia, mostre di pittura, proiezioni video ed incontri con artisti.
Accanto all’attività di musicista affianca quella di artista visuale partecipando a mostre personali, collettive e premi di pittura. Fra le varie esposizioni si ricorda quella del 2008 presso la Fondazione Zappettini di Chiavari sulla Pittura Aniconica. Nello stesso anno viene invitato alla 46esima edizione del Premio Suzzara sul tema delle sinestesie, realizzando un’installazione di opere visuali e musica elettronica: testo e presentazione a cura di Claudio Cerritelli. Viene selezionato al Premio Artivisive San Fedele 2008 – 2009 ed al 3° Premio di Pittura: Movimento nelle Segrete di Bocca di Milano.          Nel 2009 espone a Bergamo Arte Fiera con la Galleria Angelo Albanese Arte ed al Premio Arte Contemporanea Bergamo.
Nel 2012 viene invitato a partecipare - con un’installazione sul colore blu - al Progetto”Colori” dell’ Associazione Heart di Vimercate: testo e presentazione a cura di Simona Bartolena.
Ha ideato e conduce da diversi anni dei laboratori di pittura intuitiva dal titolo: “Dipingere il Paesaggio interiore” con musiche composte ed eseguite dal vivo alla tastiera elettronica.                                                                                      E’ insegnante di pianoforte e tastiera elettronica.

MOSTRE COLLETTIVE:

2017

- “ Lartenonmente “ Villa Sormani Mariano Comense (CO)

2016

- Villa Cabella Annone Brianza (LC)

2012

- Brivio (LC) Sala Civica: Progetto “ Colori “ Associazione Heart di Vimercate: Testo e Presentazione a cura di Simona Bartolena

2009

- Bergamo Arte Fiera: Galleria Angelo Albanese Arte, Premio Arte Contemporanea Bergamo 2009

2008

- Aniconica:nuove presenze nella pittura:Testo e Presentazione a cura diClaudio Cerritelli, presso la Fondazione Zappettini di Chiavari (Genova)

- 46° Premio Suzzara (MN):installazione di opere visuali e di una registrazione sonora,Testo e Presentazione a cura Claudio Cerritelli

- 3° Premio di Pittura: Movimento nelle Segrete di Bocca (selezionato), esposizione di un dipinto presso il Bar Sì – Galleria Vittorio Emanuele (MI)

- Premio Artivisive San fedele 2008 - 2009 Milano (selezionato)

- “ Il colore dei paesaggi ”, Villa Sirtori, Olginate (LC)

- Studiodieci, VERCELLI

- Uno Spazio Su Misura, MILANO

2007

- Laboratorio La Cornice, Cantù (CO)

- Realizzazione di una formella d’artista installata nella Libreria Bocca (MI)

- Uno Spazio Su Misura, MILANO

- Villa Bertarelli, Galbiate, (LC)

- Galleria Elite, Casatenovo, (LC)

2006

- “ Il cambiamento visibile e non ” Villa Bertarelli, Galbiate, (LC)

- Palazzo del D.S.M., COMO

- Palazzo Martinengo, SONDRIO

- Spazio 44, LECCO

2005

- “Forme dell’immaginario II, identità” Spazio Fatebenefratelli,Valmadrera (LC)

- Galleria Camaver, LECCO

2004

- Galleria MM, Carate Brianza (MI)

2001

- “ E-S-SENZARTE ? ” Granaio di Villa Greppi Monticello Brianza (LC)

MOSTRE PERSONALI

2015

- Villa Cabella Annone Brianza (LC) Performance: “ Ritrovare Spazio “

2014

- Spazio Pin Milano Performance: “Silenzi tra suono e colore “

2013

- Osservatorio Astronomico di Merate (LC) Performance: “ Ritrovare Spazio “

2010

- Spazio “Le segrete di Bocca” (MI)

2007

- Dorsia Art Caffè, Seregno (MI)

- Libreria Liberamente, Oggiono (LC)

- Art Caffè i 5 Sensi, COMO

- Teatro San Lorenzo, Mandello del Lario (LC)

- Copertina ed ultima pagina della Rivista Avis di LECCO

2006

- Agriturismo Amici della Ratta, Perego (LC)

- Art Caffè La Rosa dei Venti, Sirtori (LC)

2004

- Laboratorio Il Falegnomo, LECCO

SILENZI TRA SUONO E COLORE

“ Sotto il manto azzurro del cielo, i raggi dorati del sole al tramonto possono donarci a volte un momento di tale bellezza da lasciarci storditi, con lo sguardo fisso. Lo splendore di quell’attimo ci abbaglia, la mente sempre affollata di pensieri si acquieta,per non distoglierci dal luogo e dal momento presenti. Inondata di luminosità una porta sembra aprirsi su un’altra realtà, sempre presente ma raramente percepita.
Tratto dalla Prefazione di Russel E. Di Carlo a: Il Potere di Adesso di Eckhart Tolle. Questo testo introduce la mia ricerca artistica: ciò che voglio comunicare e le sue finalità. Colore e suono – frequenze, vibrazioni, energie che come fantasmi, apparenza e sostanza del mondo interagendo e fondendosi possono allargare i nostri orizzonti percettivi: la visione e l’ascolto dello spazio e del silenzio dentro e fuori di noi; udire le sonorità del colore ed osservare le profondità del suono. Il primo, come un velo, nascondendo può far pre-sentire, in-tra-vedere, assaporare, annusare e toccare quella realtà: darle forma e svuotarla; ”La forma è vuoto il vuoto è forma” Buddha.
Il secondo può evocare e rappresentare spazi, atmosfere, in certi casi dipingere paesaggi, immagini, ricordi della memoria e dell’anima per guidarci sulla soglia di quella porta: muovere il velo, farlo vibrare e scoprirlo. ”In principio era il suono” Veda.
Dunque l’incontro e il rapporto, l’affinità e lo scambio di questi due linguaggi – la musica e la pittura, suono e colore, queste mie due passioni – non vuole essere altro che la volontà di rappresentare un ponte che permetta l’avvicinamento e la possibilità di percepire quella realtà: la quiete del mondo al di là delle cose manifeste; la nostra intima essenza: la stessa che permea il visibile e l’invisibile, l’udibile e l’inudibile per arrivare a conoscere il divino che è racchiuso in ognuno di noi.
Giugno 2008

Testo tratto dal catalogo della 46a Edizione del Premio Suzzara 2008 “ Nuove Sinestesie”

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione.